Top

E-commerce: cos’è cambiato e quali sono le regole del gioco

Web marketing
web marketing Not Only Seo

E-commerce: cos’è cambiato e quali sono le regole del gioco

L’industria 4.0 è in costante evoluzione, motivo per cui le aziende devono essere sempre pronte ad offrire nuovi servizi per non accantonate a causa dell’elevata concorrenza.

L’E-commerce in particolare occupa un’ampia fetta di mercato, attirando ogni giorno sempre più consumatori disposti a pagare beni e servizi in base a determinati fattori, tali da condizionare notevolmente il successo o l’insuccesso di portali E-commerce.

Infatti, da quanto testimonia lo studio Sap Hybris, nel corso degli anni sono subentrate particolari strategie nel settore capaci di cambiare le regole del gioco: dalle recensioni e feedback da parte degli utenti, sino all’uso dei Big Data da parte delle aziende.

Not Only Seo è un’agenzia di comunicazione e marketing che si occupa di aiutare i propri clienti a migliorare il proprio business, grazie all’accrescimento della visibilità tramite l’applicazione di strategie e soluzioni utili per indicizzare un sito web su Google. Motore di ricerca di assoluta importanza per aziende e società.

 

Industria 4.0: cambiamenti nell’ambito E-commerce

e-commerce-cosè-cambiato

Sap Hybriris (azienda specializzata in software per il commercio digitale) ha svolto un’approfondita ricerca per comprendere quali innovazioni e idee avvincenti hanno contribuito a diffondere il fenomeno dell’E-commerce tra i consumatori. Soggetti, questi, che hanno permesso a specifiche aziende di ottenere nel tempo una buona fetta di mercato, basti pensare a colossi come eBay e Amazon.

Secondo il lavoro svolto da Sap Hybris sono stati delineati dieci eventi che hanno cambiato, se non addirittura rivoluzionato, le regole dell’E-commerce:

  • RECENSIONI E FEEDBACK DEI CONSUMATORI: Uno degli sviluppi di maggior successo è stata la possibilità da parte degli utenti di contribuire a rendere più affidabile l’acquisto di beni e servizi offerti dai siti e-commerce, tramite la pubblicazione di recensioni positive o negative. Infatti, grazie ai feedback degli utenti, le società come eBay, Amazon e Tripadvisor hanno ottenuto un notevole successo. I consumatori difficilmente acquistano prodotti ad “occhi chiusi”, pertanto per avere una maggior sicurezza riguardo la qualità della merce, si affidano alle recensioni di altri utenti che hanno provato il bene o il servizio offerto. Senza i feedback i portali E-commerce crollerebbero nell’immediato.
  • SITI RESPONSIVE: Sino a qualche anno fa creare un sito web significava realizzare molteplici interfacce per i diversi dispositivi, ad esempio l’interfaccia del desktop o talbet cambiava totalmente da quella del mobile. Ad oggi, grazie al Responsive Design, le aziende possono proporre un’unica interfaccia per tutti i diversi device.
  • MOBILE: Come conseguenza dell’aumento di traffico derivante dai mobile e meno dai PC, le aziende E-commerce hanno iniziato ad adottare il sistema “mobile first” per la creazione delle proprie interfacce. In tal senso il font end viene ottimizzato per la navigazione da smartphone, così da adattare automaticamente contenuti ed immagini per migliorare l’esperienza degli utenti.
  • PAYPAL: Il servizio a pagamento di PayPal ha semplificato enormemente il processo di acquisto di prodotti interessanti per gli utenti, in quanto consente di ridurre i processi di autentificazione tramite credenziali. Infatti, in Gran Bretagna nella maggior parte dei siti E-commerce il 25-40% degli ordini viene effettuato tramite Paypal.

Industria-4.0-ecommerce

  • ESPERIENZA UTENTE:Una delle caratteristiche fondamentali che un sito deve fornire ai propri utenti è una migliore navigazione, rapida e consona alle richieste. Alla luce di ciò le aziende devono quindi creare il loro sito web progettando un’interfaccia che consenta l’immediata fruizione dei contenuti, in modo da non evitare che il consumatore abbandoni la pagina prima di terminare l’acquisto. Ciò significa che non basta creare un sito web bello ma che sia, allo stesso tempo, usabile; in questo senso il progettista della User experience deve individuare gli obbiettivi principali dei prototipi cliccabili, solo dopo aver effettuato una ricerca sia sulla concorrenza che sugli utenti.
  • CONSEGNE E RESI: L’opzione di consegna e reso di un sito E-commerce può essere determinante nella scelta da parte dell’utente di acquistare i prodotti. Se ad oggi la consegna in un giorno rappresenta la novità, sicuramente tra qualche anno diverrà uno standard vista l’elevata competitività nel mercato del retail. In tal senso, infatti, aziende come DPD e Collect offrono ai propri clienti una vasta scelta di opzioni che permettono al retailer di proporre, ai rispettivi clienti, modalità di consegna più flessibili ed economiche.
  • CLICCA E RITIRA: “Clicca e Ritira” è una valida alternativa rispetto ai tradizionali metodi di consegna, in quanto realizzata su misura per tutti coloro che non possono essere presenti durante le consegne.
  • RICERCA E NAVIGAZIONE: Particolare attenzione deve essere rivolta anche al sistema di ricerca e navigazione. A causa dell’aumento dei prodotti è divenuto sempre più importante aiutare i consumatori a semplificare la ricerca di articoli presenti all’interno dei cataloghi online. Al di là di Google e Amazon, ad oggi è divenuto uno standard di ricerca il Faceted navigation.
  • SOCIAL MEDIA: I social media mantengono un ruolo rilevante nel campo dell’E-Commerce, poiché attraverso questi strumenti i retailer possono promuovere, ad una vasta rete di utenti, tutti i loro prodotti. Facebook, ad esempio, consente alle aziende di poter realizzare efficienti campagne promozionali, in grado di attirare numerosi consumatori.
  • UTILIZZO DEI BIG DATA: I Big data sono un’insieme delle metodologie di analisi di dati massivi, in particolare si parla di CRM, ossia banche dati dove vengono raccolte tutte le informazioni sui percorsi d’acquisti dei molteplici clienti. Tramite CRM gli utenti sono sempre in comunicazione con i retailer sia tramite email che newsletter, pertanto possono esserci dei Tool più sofisticati per segmentare i clienti tramite i dati raccolti. In tal senso le comunicazioni relative a beni e servizi vengono personalizzate in base, appunto, al profilo dei consumatori.

Tutti questi cambiamenti mostrano come durante gli anni i portali E-commerce siano stati soggetti a continui mutamenti, adattandosi costantemente alle esigenze dei consumatori e alla tenace concorrenza per non sopperire.

 

Not Only Seo: Agenzia di comunicazione e marketing

campagne-di-successo

Not Only Seo è un’agenzia SEO, a Milano, che si occupa di gestire l’immagine delle aziende partendo dal creare ed indicizzare un sito su Google. Questo è possibile  tramite adeguate strategie SEO, tali da rendere la pagina del proprio sito tra i primi dieci risultati durante la fase di ricerca degli utenti.

Il web ad oggi richiede una certa conoscenza e creatività tale per cui non tutte le aziende sono in grado di distinguersi adeguatamente rispetto ai loro concorrenti, rimanendo pertanto “inesistenti” agli occhi dei loro clienti.

In tal senso Not Only Seo risponde alle esigenze di tutti coloro che desiderano fare un passo verso il digital marketing. Infatti essa è un’agenzia di comunicazione e marketing altamente competente nella realizzazione di blog, siti aziendali, nonché capace di realizzare contenuti interessanti per mantenere sempre aggiornata ogni diversa pagina.

Non solo, Not Only Seo fornisce anche sevizi relativi alla pubblicità sui diversi Social Network, con l’intento di far aumentare il business dei clienti.

Contattaci se vuoi indicizzare il tuo sito su Google. Noi di Not Only Seo, agenzia SEO a Milano, ti garantiamo professionalità e assoluta competenza. Tramite il nostro aiuto potrai accrescere la tua immagine in poco tempo.

Share